Survival, il robot a guida autonoma che si aggira negli stabilimenti di Ford

Maggio 10, 2019

Mancano ancora alcuni anni per l’effettiva introduzione delle auto a guida autonoma, ma un piccolo robot sta già mostrando quello che sarà il nostro futuro.

Soprannominato Survival per la sua capacità di adattarsi all’ambiente circostante, il robot a guida autonoma trasporta i componenti di ricambio all’interno dello stabilimento Ford di Valencia, in Spagna, riuscendo a evitare oggetti, cambiare percorso in caso di eventuali ostacoli e fermarsi quando è necessario.

Sviluppato interamente dagli ingegneri Ford, è il primo del suo genere sviluppato per essere utilizzato presso gli stabilimenti europei dell’azienda.

La fornitura di parti di ricambio e materiali per la saldatura presso le diverse stazioni all’interno dell’impianto è un elemento cruciale per la produzione di Kuga, Mondeo e S-MAX. Per i dipendenti Ford, tuttavia, questa attività richiede tempo ed è relativamente banale. Il robot non sostituisce i dipendenti, ma può far risparmiare loro fino a 40 ore di lavoro al giorno assumendo questo ruolo, consentendo agli operatori di utilizzare il proprio tempo in attività più complesse.

Il robot è dotato di 17 cassetti per contenere materiali di diversi pesi e dimensioni. Per evitare errori, l’apertura e la chiusura di questi cassetti è automatizzata, il che significa che gli operatori di ciascuna area hanno solo accesso ai materiali a loro assegnati.

Survival è uno dei numerosi robot impiegati nelle strutture europee di Ford, tra cui i Robutt e i co-bots a Colonia, in Germania. Il robot a guida autonoma utilizza la tecnologia LiDAR (Light Detection and Ranging) per visualizzare l’ambiente circostante, una tecnologia utilizzata anche nei prototipi di veicoli autonomi Ford.

È possibile visualizzare il video al seguente link:

Argomenti: Mondo Ford
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail