L’evoluzione del volante della Mustang – Parte II

gennaio 17, 2017

Abbiamo parlato del design della Mustang e dell’evoluzione del suo volante da quando comparve per la prima volta nel ‘64 fino alla sua sesta evoluzione nel 1984. Come promesso, il racconto continua fino ad arrivare ai nostri giorni.

 

7.

1990: Mustang received its first airbag as standard equipment. Because the airbag was located in the center of the steering wheel, the horn was moved from the center to two spoke-mounted buttons, easily accessible by the natural position of the driver’s thumbs. Cruise control buttons were also placed in a more ergonomic position.

1990: la Mustang viene per la prima volta equipaggiata con l’airbag che viene inserito all’interno del volante. Pertanto il clacson viene spostato dal centro alla parte laterale del volante, su 2 tasti facilmente accessibili, data la vicinanza ai pollici del conducente.

 

8.

1994-Ford-Mustang-convertible-interior

1994: il lancio della quarta generazione di Mustang prevede una citazione alla prima generazione del 1964 con abitacolo simmetrico e styling moderno per volante e airbag. Sfruttare i comandi posizionati sulla plancia diventa più intuitivo, per permettere al conducente di non distogliere lo sguardo dalla strada e non togliere le mani dal volante. I tasti del clacson vengono eliminati, e integrati nella copertura airbag posizionata al centro del volante.

 

9.
2005-Ford-Mustang-instrument-panel
2005: il volante a tre raggi della quinta generazione era basato sul design della Mustang del 1965-67. Questo era disponibile di serie con razze in uretano, o optional, in alluminio. A differenza dei modelli precedenti, la corona viene rifinita in pelle.

 

10.
2011-Mustang-GT-Steering-Wheel
2010: Con l’arrivo della tecnologia SYNC sono stati aggiunti molti tasti, inclusi quelli per la selezione del volume, della scelta della stazione radio e dell’input audio. Il badge centrale si evolve passando dall’acrilico pressofuso all’alluminio filato di alta qualità con il logo in alluminio lucidato, o il serpente nel caso della Shelby GT500. I raggi in alluminio inseriti nel volante in pelle riprendono lo stesso design della console centrale per dare uniformità a tutto lo stile dell’abitacolo. Cuciture a contrasto disponibili con l’option pack dedicato agli interni.

 

11.
2013-Shelby-GT500-Steering-Wheel
2013: l’evoluzione del volante Mustang continua, viene aggiunto il controller per le 4 direzioni, oltre al pulsante di OK per il controllo dello schermo. Sulla Mustang Boss 302 e sulla Shelby GT500, il volante, ispirandosi al design delle auto da corsa, viene rifinito in Alcantara.

 

12.
2015-Mustang-Steering-Wheel
2015: in occasione dei 50 anni di Mustang il volante viene completamente riprogettato, incorporando quanti più tasti possibile. Sul volante della pony car sono, infatti, inseriti oltre 20 tasti, che permettono il controllo della velocità, di adoperare le funzioni del SYNC e molto altro. I pulsanti sul lato destro del volante controllano SYNC e radio, mentre quelli sulla sinistra sono destinati ai comandi relativi alla guida ed al quadro strumenti. Per la prima volta in assoluto, viene introdotto il cambio automatico sequenziale con paddle inseriti nella parte posteriore del volante. L’airbag è stato disegnato appositamente per adattarsi al tipico design di Mustang e rispettarne le classiche linee. Questo volante sarà il più piccolo mai prodotto da Ford, misurando solo 35 centimetri di diametro. I raggi in alluminio sono posizionati più indietro rispetto al cerchio, in questo modo il conducente durante la guida entra in contatto soltanto con la parte rivestita in pelle.

 

13.
2015-Shelby-GT350R-Steering-Wheel
GT350: la Mustang Shelby GT350 e GT350R rappresentano i modelli con la tenuta di strada migliore e sono equipaggiate con un volante che si ispira al design delle auto da corsa, con in aggiunta ulteriori comandi per il conducente. Alla guida della Shelby è possibile impostare diversi settaggi della vettura senza mai staccare le mani dal volante. È possibile regolare il servosterzo, la rigidità delle sospensioni, le diverse modalità di guida e dello scarico. Come per le auto da corsa, la corona è rivestita in Alcantara, e la GT350R include una stripe nella parte centrale in alto creata per facilitare il conducente nel capire quando il volante è davvero dritto. Per la Shelby Cobra il logo appare al centro del volante, unico spazio dell’auto in cui è presente. Le razze appaiono in una tonalità più scura rispetto alla Mustang GT, confermando la natura più aggressiva della Mustang Shelby.