Come acceleriamo sull’innovazione, tra guida autonoma, droni e app

gennaio 7, 2016

L’anno è appena iniziato e già stiamo esplorando una serie di innovazioni per migliorare il modo in cui il mondo si muove. Una delle prime cose che faremo sarà triplicare il numero di veicoli utilizzati per i test della guida autonoma. Con l’aggiunta di ulteriori 20 Ford Fusion Hybrid a guida autonoma, la gemella americana della Mondeo, questa sarà la flotta autonoma più grande del settore automobilistico.La ricerca sui veicoli a guida autonoma è parte dello Smart Mobility Plan, la strategia dell’Ovale Blu per trasformare l’esperienza di trasporto del domani grazie alle tecnologie di connettività, all’analisi degli scenari di mobilità e alle tecnologie ‘big data’.

“Avvalendoci delle tecnologie più avanzate disponibili ed espandendo la nostra flotta di veicoli di test, lanciamo un messaggio chiaro sul nostro impegno rispetto allo sviluppo di auto a guida autonoma accessibili da milioni di persone”, ha dichiarato Raj Nair, Vice Presidente Esecutivo Sviluppo Prodotti Globali Chief Technical Officer, di Ford. “Con più prototipi su strada, accelereremo lo sviluppo di algoritmi che renderanno i nostri veicoli ancora più intelligenti”.

Stiamo anche esplorando come droni e veicoli possano interagire tra loro in futuro. Per questo, in collaborazione con DJI – azienda leader a livello mondiale nei sistemi e software di droni per impiego professionale – stiamo per lanciare la DJI Developer Challenge.Lo scopo della DJI Developer Challenge è sviluppare soluzioni innovative per il lancio rapido di droni topografici e di ricognizione da parte delle Nazioni Unite nelle zone di emergenza. Il vincitore riceverà 100.000 dollari.

E se siete startupper nel settore della mobilità, potete partecipare a Techstars Mobility driven by Detroit ed essere selezionati per incubare la vostra idea in un acceleratore e ricevere 120.000 dollari per realizzare la vostra vision.

Lo scorso anno, 10 startup hanno raccolto più di 3 milioni di dollari dopo aver completato il programma di mentorship da noi sponsorizzato, e quest’anno ne selezioneremo altre 12. Infine, un primo gruppo formato da case automobilistiche e fornitori – guidati dalla Toyota Motor Corporation – sta adottando il nostro software open-source che permette agli automobilisti di accedere alle app per smartphone attraverso l’uso dei comandi vocali.

Adottando la tecnologia Ford SmartDeviceLink, costruttori e fornitori stanno di fatto contribuendo ad accelerare i livelli di produzione industriale per poter così aumenterà il numero di applicazioni disponibili a bordo di ogni auto. Segui gli aggiornamenti di Ford a CES 2016 con #FordCES sui canali social.